bio.wikisort.org - Plantae

Search / Calendar

La santoreggia annua (nome scientifico Satureja hortensis L., 1753) è una pianta perenne della famiglia delle Lamiaceae[1] e del genere Satureja.

Come leggere il tassobox
Come leggere il tassobox
Santoreggia annua
Satureja hortensis
Classificazione APG IV
Dominio Eukaryota
Regno Plantae
(clade) Angiosperme
(clade) Mesangiosperme
(clade) Eudicotiledoni
(clade) Eudicotiledoni centrali
(clade) Asteridi
(clade) Euasteridi I
Ordine Lamiales
Famiglia Lamiaceae
Sottofamiglia Nepetoideae
Tribù Mentheae
Sottotribù Menthinae
Classificazione Cronquist
Dominio Eukaryota
Regno Plantae
Sottoregno Tracheobionta
Superdivisione Spermatophyta
Divisione Magnoliophyta
Classe Magnoliopsida
Sottoclasse Asteridae
Ordine Lamiales
Famiglia Lamiaceae
Tribù Mentheae
Genere Satureja
Specie S. hortensis
Nomenclatura binomiale
Satureja hortensis
L., 1753
Nomi comuni

Santoreggia domestica
Savoreggia


Etimologia


L'etimologia del nome del genere (Satureja) è incerta. Linneo ricavò il nome da un'antica parola romana, la cui radice latina "satura" significa "sazio", in riferimento alle supposte proprietà digestive dei succhi delle piante di questo genere. Un'altra etimologia farebbe derivare il nome da "salsa" ("intingolo") per indicare le proprietà aromatizzanti di questa pianta in cucina.[2] Altri fanno riferimento ad un nome latino per il "salato delle erbe", noto agli antichi e raccomandato da Virgilio come un albero eccellente da piantare vicino agli alveari.[3] Altri ancora fanno derivare da "satureia, satureiorumin", parola usata da Plinio (Como, 23 – Stabiae, 25 agosto 79]), scrittore, ammiraglio e naturalista romano, per un'erba ad uso culinario (probabilmente derivata dall'arabo "sattur").[4] L'epiteto specifico (hortensis) significa "coltivato nel giardini o nell'orto".[5][6]

Il nome scientifico della specie è stato definito da Linneo (1707 – 1778) (appellativo italiano di Carl Nilsson Linnaeus, divenuto Carl von Linné, biologo e scrittore svedese considerato il padre della moderna classificazione scientifica degli organismi viventi), nella pubblicazione "Species Plantarum - 2: 568. 1753"[7] del 1753.[8]


Descrizione


Queste piante arrivano ad un'altezza di 10 – 30 cm. La forma biologica è terofita scaposa (T scap), ossia in generale sono piante erbacee che differiscono dalle altre forme biologiche poiché, essendo annuali, superano la stagione avversa sotto forma di seme e sono munite di asse fiorale eretto e spesso privo di foglie. Le piante si presentano con un profumo aromatico gradevole.[2][9][10][11][12][13][14]

Descrizione delle parti della pianta
Descrizione delle parti della pianta
Il portamento
Il portamento
Le foglie
Le foglie
Infiorescenza
Infiorescenza

Radici


Le radici sono secondarie da rizoma.


Fusto


La parte aerea del fusto è eretta e ramosa-corimbosa. Il fusto può avere una sezione quadrangolare a causa della presenza di fasci di collenchima posti nei quattro vertici. Tutta la pianta è più o meno colorata di violetto (a parte le foglie e i fiori) con la superficie ricoperta da brevi peli bianchi.


Foglie


Le foglie, subsessili, lungo il fusto sono disposte in modo opposto (in genere a 2 a 2) e ogni coppia successiva è alternata. La forma delle foglie è lineare-lanceolata (sono 3 - 8 volte più lunghe che larghe), conduplicata e con i bordi interi. Le foglie superiori sono lineari. Le stipole sono assenti. Il colore delle foglie è da verde-cenerognolo a grigio-verde. La consistenza delle foglie è normale (non sono né lucide né coriacee). La superficie è ricoperta da ghiandole punteggiate con pochi peli semplici. Dimensione delle foglie: larghezza 2 – 4 mm; lunghezza 10 – 25 mm.


Infiorescenza


Le infiorescenze sono formate da verticillastri di 2 - 10 (massimo 15) fiori all'ascelle di foglie più o meno normali e più lunghe delle infiorescenze. I fiori sono brevemente peduncolati.


Fiore


I fiori sono ermafroditi, zigomorfi, tetrameri (4-ciclici), ossia con quattro verticilli (calice – corolla – androceo – gineceo) e pentameri (5-meri: la corolla e il calice - il perianzio - sono a 5 parti).

  • Formula fiorale. Per la famiglia di queste piante viene indicata la seguente formula fiorale:
X, K (5), [C (2+3), A 2+2] G (2), (supero), 4 nucule[10][12]

Frutti


Il frutto è uno schizocarpo composto da 4 nucule. La forma è ovoide (con apice arrotondato) con superficie liscia. Il colore è bruno. Dimensioni: 1 - 1,4 mm.


Riproduzione



Distribuzione e habitat


Distribuzione della pianta  (Distribuzione regionale[19] – Distribuzione alpina[20])
Distribuzione della pianta
(Distribuzione regionale[19] – Distribuzione alpina[20])

Fitosociologia


Dal punto di vista fitosociologico alpino la specie di questa voce appartiene alla seguente comunità vegetale:[20]

  • Classe: Thero-Brachypodietea.

Tassonomia


La famiglia di appartenenza della specie (Lamiaceae), molto numerosa con circa 250 generi e quasi 7000 specie[12], ha il principale centro di differenziazione nel bacino del Mediterraneo e sono piante per lo più xerofile (in Brasile sono presenti anche specie arboree). Per la presenza di sostanze aromatiche, molte specie di questa famiglia sono usate in cucina come condimento, in profumeria, liquoreria e farmacia. La famiglia è suddivisa in 7 sottofamiglie: il genere Satureja è descritto nella tribù Mentheae (sottotribù Menthinae) appartenente alla sottofamiglia Nepetoideae.[9][22]

Il numero cromosomico di Satureja hortensis è: 2n = 48.[23]


Sinonimi


Questa entità ha avuto nel tempo diverse nomenclature. L'elenco seguente indica alcuni tra i sinonimi più frequenti:


Usi


Avvertenza
Avvertenza
Le informazioni riportate non sono consigli medici e potrebbero non essere accurate. I contenuti hanno solo fine illustrativo e non sostituiscono il parere medico: leggi le avvertenze.

Farmacia


Secondo la medicina popolare questa pianta ha le seguenti proprietà medicamentose:[24]


Cucina


Le parti edibili sono le foglie con le quali si può fare un infuso oppure possono essere usate come condimento.[24]


Altre notizie


La santoreggia domestica in altre lingue è chiamata nei seguenti modi:


Note


  1. Satureja hortensis, su The Plant List. URL consultato il 28 dicembre 2016.
  2. Motta 1960, Vol. 3 - pag. 640.
  3. Botanical names, su calflora.net. URL consultato il 28 dicembre 2016.
  4. David Gledhill 2008, pag. 341.
  5. Botanical names, su calflora.net. URL consultato il 28 dicembre 2016.
  6. David Gledhill 2008, pag. 204.
  7. BHL - Biodiversity Heritage Library, su biodiversitylibrary.org. URL consultato il 28 dicembre 2016.
  8. The International Plant Names Index, su ipni.org. URL consultato il 28 dicembre 2016.
  9. Kadereit 2004, pag. 239.
  10. Tavole di Botanica sistematica, su dipbot.unict.it. URL consultato il 7 settembre 2015 (archiviato dall'url originale il 4 marzo 2016).
  11. Pignatti, vol. 2 – pag. 478.
  12. Judd, pag. 504.
  13. Strasburger, pag. 850.
  14. eFloras - Flora of Pakistan, su efloras.org. URL consultato il 28 dicembre 2016.
  15. Musmarra 1996.
  16. Patrizia, Santoreggia: Coltivazione e Cura della Satureja hortensis, su L'eden di Fiori e Piante, 30 giugno 2009. URL consultato il 25 luglio 2021.
  17. Pignatti, vol. 2 – pag. 437.
  18. Strasburger, pag. 776.
  19. Conti et al. 2005, pag. 159.
  20. Aeschimann et al. 2004, Vol. 2 - pag. 138.
  21. EURO MED - PlantBase, su ww2.bgbm.org. URL consultato il 29 dicembre 2016.
  22. Olmstead 2012.
  23. Tropicos Database, su tropicos.org. URL consultato il 29 dicembre 2016.
  24. Plants For A Future, su pfaf.org. URL consultato il 29 dicembre 2016.

Bibliografia



Altri progetti



Collegamenti esterni


Portale Agricoltura
Portale Biologia
Portale Botanica
Portale Cucina

На других языках


[es] Satureja hortensis

La ajedrea de jardín (Satureja hortensis L.) es la más conocida de las especies de Satureja. Es una planta anual, similar en uso y en sabor a la perenne Satureja montana.
- [it] Satureja hortensis

[ru] Чабер садовый

Чабер садовый, или Чабер душистый (лат. Satureja hortensis) — однолетнее растение, вид рода Чабер (Satureja) семейства Яснотковые (Lamiaceae).



Текст в блоке "Читать" взят с сайта "Википедия" и доступен по лицензии Creative Commons Attribution-ShareAlike; в отдельных случаях могут действовать дополнительные условия.

Другой контент может иметь иную лицензию. Перед использованием материалов сайта WikiSort.org внимательно изучите правила лицензирования конкретных элементов наполнения сайта.

2019-2024
WikiSort.org - проект по пересортировке и дополнению контента Википедии